• Home
  •  > Notizie
  •  > Stroncato da un malore mentre è a casa da solo Operaio trovato morto

Stroncato da un malore mentre è a casa da solo Operaio trovato morto

Resana

Muore in casa a 42 anni. La vittima è un operaio di Resana, Alex Zatta, trovato senza vita, ieri mattina, nella camera da letto della sua abitazione, in centro a Resana. L’allarme è stato dato dalla sorella, che non lo sentiva dal giorno precedente. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri della compagnia di Castelfranco. L’ipotesi è che Zatta sia stato stroncato da un malore anche perché sul corpo dell’operaio non sono state trovati segni di violenza. Starà eventualmente alla Procura della Repubblica di Treviso decidere se disporre o meno l’autopsia sul corpo dell’operaio, considerata anche la sua giovane età.

La tragedia è stata scoperta ieri mattina, poco dopo le 11, dalla sorella della vittima, Jessica Zatta. La donna, che vive a Camposampiero, ha riferito che nel corso della giornata di sabato aveva mandato qualche messaggio al fratello senza ricevere risposta ma non s’era insospettita in quanto qualche volta le risposte non erano tempestive. In ogni caso, nella mattinata di ieri, s’era ripromessa di passare a trovarlo nella sua casa di via Martiri della Libertà, praticamente davanti alla chiesa di Resana, dopo essere passata per il cimitero di Resana per la consueta visita domenicale alle tombe dei genitori.

Il sospetto che fosse successo qualcosa è emerso dopo che l’uomo non dava segni di vita dall’interno della sua abitazione. A quel punto la donna, che aveva con sè un paio di chiavi di casa, ha aperto la porta di casa per vedere se il fratello stesse male. Purtroppo però Alex Zatta era già morto. Il suo corpo è stato trovato nella camera da letto. La sorella ha immediatamente chiamato il 118 ma al medico del Suem, arrivato una decina di minuti più tardi, non è rimasto altro che dichiararne la morte.

Zatta aveva lavorato fino a poche settimane fa in una cartiera di Camposampiero e da poco aveva perso il lavoro. Doveva proprio incontrare la sorella per stilare un curriculum da mandare a qualche azienda della zona. Padre di una ragazzina adolescente, viveva da solo a Resana dopo la separazione dalla moglie. I genitori erano morti di recente. Il padre Ugo, assicuratore, tre anni fa, mentre la madre Nirvana Perin era morta lo scorso luglio. «Proprio stamattina (ieri, ndr) – racconta il sindaco di Resana Stefano Bosa – avevamo ricordato la figura della mamma, responsabile e promotrice della biblioteca degli anziani. E poco dopo abbiamo appreso la notizia della morte di Alex. Una notizia tremenda». —

Pubblicato su La Tribuna Di Treviso