• Home
  •  > Notizie
  •  > Morto in clinica estetica oggi c’è l’autopsia su Vittorio Silvestrini

Morto in clinica estetica oggi c’è l’autopsia su Vittorio Silvestrini

Il sostituto procuratore Anna Andreatta ha affidato ieri l’incarico di eseguire l’autopsia sul corpo dell’imprenditore opitergino Vittorio Silvestrini, 72 anni, fondatore della Perlarredi di Azzano Decimo, morto giovedì mattina mentre si apprestava a sottoporsi a un intervento in un centro di chirurgia estetica di Spresiano. L’esame autoptico sarà eseguito nella mattinata di oggi e sulla tragedia la procura della Repubblica di Treviso ha subito aperto un’inchiesta e due medici, un toscano e un padovano, sono indagati per il reato di “responsabilità colposa per morte in ambito sanitario”. Un atto dovuto per chiarire le cause del decesso.

Il decesso risale a due giorni fa in una clinica di via Galvani a Spresiano. Stando a quanto s’è appreso, l’imprenditore avrebbe dovuto sottoporsi alla riduzione di una cicatrice relativa a un precedente intervento. Ma quando era ormai tutto pronto per l’inizio dell’intervento, Silvestrini s’è improvvisamente sentito male. I medici che lo stavano seguendo hanno lanciato immediatamente l’allarme alla centrale operativa di Treviso Emergenza. Una decina di minuti più tardi un’ambulanza del 118 Suem era già in via Galvani a Spresiano ma le pratiche di rianimazione, peraltro iniziate dagli stessi medici della clinica, non hanno avuto effetto. —

Pubblicato su La Tribuna Di Treviso