• Home
  •  > Notizie
  •  > Addio a Gigi Contarin una vita per Riese «Grati per sempre»

Addio a Gigi Contarin una vita per Riese «Grati per sempre»

Aveva 59 anni: fu sindaco, assessore e vice. Poi la Provincia Leghista doc, cordoglio unanime. Zaia: perdo un amico

/ Riese pio X

Nei cuori di tutti rimarrà come il sindaco che si è adoperato in ogni modo per ricostruire Vallà, dopo la tragica tromba d’aria del 6 giugno 2009. Gianluigi Contarin, primo cittadino di Riese dal 2004 al 2014, si è spento ieri mattina nella sua abitazione di via Montegrappa a soli 59 anni. Da due anni stava lottando contro un tumore: a novembre si era sottoposto ad un secondo intervento chirurgico. Anche se la situazione era grave, non si era arreso. Gianluigi Contarin (o meglio Gigi, come tutti lo chiamavano) lascia la moglie Isidora e il figlio Andrea.

il tornado di vallà

Oltre che sindaco per dieci anni, era stato anche vicesindaco e assessore allo sport e alla cultura nel decennio precedente, nonché tra i fondatori della Lega riesina, mentre il suo ultimo incarico politico lo aveva visto assessore provinciale alla viabilità sotto la presidenza di Leonardo Muraro. Aveva anche ricoperto l’incarico di presidente di CoNord, la confederazione dei Comuni e delle Province del Nord Italia. Unanime il cordoglio del mondo politico e del suo paese a cui ha dedicato tutta la sua energia. «Siamo stati divisi dalla visione politica, ma ho sempre rispettato e ammirato il suo impegno per il territorio e la sua passione politica, espressi in quasi vent'anni di amministrazione pubblica. Oggi Riese perde un protagonista e un punto di riferimento della sua storia recente e si stringe attorno alla sua famiglia - dice il sindaco attuale Matteo Guidolin - Encomiabile e indiscutibile la caparbietà con cui ha affrontato la tragedia di Vallà grazie alla quale sono stati rifondati tutti i danni subiti nel giro di qualche anno. La nostra comunità gli sarà per sempre grata».

Sotto la guida di Contarin Riese ha visto la realizzazione della tangenziale e di tante altre opere pubbliche. Una persona schietta, affabile, di grande umanità e disponibilità, con una straordinaria capacità di fare gruppo. «Per noi Gigi è stato tutto - dice il consigliere comunale Alberto Tombolato a nome della lista che lo aveva sostenuto alle ultime elezioni amministrative - Un amico, un maestro: ci ha lasciato grandi insegnamenti e grandi valori. L'onestà, la trasparenza, l'esserci per tutto e per tutti, la passione per l’amministrazione e per la gente, la devozione per il nostro concittadino Pio X».

gli altri incarichi

Insieme all’incarico di sindaco, infatti, Contarin deteneva anche quello di presidente della Fondazione Sarto che cura la casa natale di Pio X: anche in questa veste era stato promotore di straordinarie iniziative come i “patti di amicizia” con località e realtà legate alla figura di Papa Sarto in tutt’Italia. Contarin si è adoperato in ogni modo anche per mantenere stretti legami con i riesini emigrati, visitando le comunità in Australia, in Canada e in Sudamerica. «Chi lo ha conosciuto sa che era una persona per bene e un gentiluomo - è il ricordo del governatore del Veneto Luca Zaia - Era umile, ma di un’intelligenza che sapeva sempre affrontare qualsiasi contesto correttamente. Di lui ricorderò sempre e soprattutto il rispetto che aveva per il prossimo. Se ne va anche un veneto convinto, il suo legame con la nostra storia e la sua passione per il Leone di San Marco erano unici. Sono veramente addolorato, sento di perdere un amico e una persona che ho sempre stimato Mi addolora che sia morto in un’età in cui avrebbe potuto avere ancora tanti progetti e dare ancora molto alla comunità».

«Se n'è andato un sorridente amico sempre pieno di energia, entusiasmo, passione e determinato fervore - è il ricordo del presidente della Provincia Stefano Marcon - Appassionato sportivo e sempre disposto alla collaborazione, la politica ha goduto della tua dedizione. Ritroverai lassù il tuo Papa Sarto per il quale tanto ti sei speso con la Fondazione a lui dedicata. Sono sicuro che anche adesso starai sfrecciando con la tua amata bicicletta». «Caro Gigi, ci hai lasciato in maniera inattesa ma quello che hai fatto nella tua vita rimarrà sempre nei nostri cuori», fa sapere Leonardo Muraro, «Amministratore sapiente e capace, ho apprezzato il tuo equilibrio politico nella nostra comune esperienza in giunta provinciale dove per oltre cinque anni hai dato dimostrazione delle tue conoscenze».

I funerali di Gianluigi Contarin si terranno domani alle 9.30 nella chiesa parrocchiale di Riese. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su La Tribuna Di Treviso