• Home
  •  > Notizie
  •  > Oggi al Ca’ Foncello l’addio al poeta Naldini

Oggi al Ca’ Foncello l’addio al poeta Naldini

Verrà dato oggi con una cerimonia intima l’addio a Nico Naldini, Nico Naldini, 91 anni, poeta e regista, cugino e biografo di Pier Paolo Pasolini, di sette anni più grande di lui e suo compagno di vita fin dall’adolescenza a Casarsa. Naldini, scomparso dieci giorni fa nella sua casa di Treviso, verrà ricordato alle 11 al Ca’ Foncello. Un addio familiare, intimo, come pare avesse sempre voluto il poeta figlio di Enrichetta Colussi, era sorella della madre di Pier Paolo Pasolini. Lo scrittore voleva essere cremato e aveva espresso il desiderio che le sue ceneri fossero disperse sul Tagliamento. Gli amici più stretti si stanno ora adoperando affinché le sue ultime volontà possano essere esaudite.

Tantissime le testimonianze di cordoglio nel mondo della cultura trevigiana e non solo. Dal Friuli a Roma in tanti hanno voluto ricordare quello che ara considerato uno degli ultimi intellettuali del 900. Naldini era stato tra i fondatori dell’associazione Amici di Comisso – anche all’amico Comisso Naldini aveva dedicato un libro biografico uscito nel 1985 – e anima insieme a Cino Boccazzi del Premio che per l’edizione di quest’anno gli verrà dedicata. Come il cugino Pasolini, anche anche Nico Naldini si era affacciato alla scrittura e alla letteratura componendo anche poesie in friulano, e poco dopo i versi di Pasolini, ma quelle poesie, edite nel 1948, hanno poi conservato nel tempo forza autonoma, non sono pallide orme di quelle di Pier Paolo. E le sue qualità hanno seguito un percorso indipendente. —

Pubblicato su La Tribuna Di Treviso